Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito potrebbe utilizzare cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati. 
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Get Adobe Flash player

E Ora cosa Mangio? Consigli Alimentari

Ora puoi scaricare da Qui Consigli e Ricette

2017 Torino - II° Simposio nazionale sulla SLA

2017LogoSimpSla
 
A Torino il
II° Simposio Nazionale 
sulla
Sclerosi Laterale
Amiotrofica - SLA
 
Promettenti sviluppi
nell’ambito della ricerca
per il trattamento della SLA,
grazie all’impegno
di affermati ricercatori
italiani e stranieri e
ai volontari AISLA e AriSLA.
 
 
Di: Ernesto BODINI
 
Nuove prospettive per la ricerca e per il trattamento nella Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), come pure il coinvolgimento dei pazienti nelle diverse fasi della sperimentazione e confronto con le diverse esperienze europee e statunitensi, scelte e dichiarazioni anticipate di trattamento. Sono questi gli argomenti principali che hanno caratterizzato il 2° Simposio Nazionale SLA che si è tenuto nei giorni scorsi a Torino nella sala congressi dell’Unione Industriale, a cura della omonima associazione italiana in collaborazione con la Fondazione Italiana di Ricerca per la SLA. In primis l’attenzione per la ricerca che sta progredendo per apportare nuovi trattamenti per i pazienti. Infatti nel nostro Paese è oggi disponibile un nuovo farmaco, il Radicut, approvato dall’AIFA che riduce moderatamente gli effetti negativi della malattia sull’attività motoria; ma il Guanabenz, tuttora al centro della sperimentazione clinica di fase II (il Promise) che coinvolge ben 24 Centri di ricerca italiani e si propone di testarne l’efficacia nel rallentare il decorso della SLA. Tutto ciò rientra nel diritto alla terapia che avviene mediante l’accessibilità ai farmaci in considerazione del rapporto beneficio-rischio.
 
Nella foto in alto da sinistra: Massimo Mauro, Mario Melazzini, Alberto Fontana
 

Cerca nel Sito

100 Domande 100 Risposte

Prevenzione Tumori

Notizie Flash

  •  
    TUMORI RARI,
    GRIDO DI ALLARME
     
    Nel Rapporto 2015
    di AIRTUM-AIOM
    cifre preoccupanti.
    Nel 2015 registrati
    89.000 nuovi casi,
    900.000 i pazienti in Italia.
    Difficoltà di diagnosi e cure,
    le strade da seguire.
     
    Leggi tutto...  
  •   
    La Farmacia Oncologica
    e il ruolo del Farmacista
     
    Necessaria una più stretta
    collaborazione
    tra le diverse figure
    professionali della Sanità
    dopo la riclassificazione
    dei farmaci ex OSP 2.
     
    Leggi tutto...  
  •  
    Amici dell'arTEatro
    Comune di Pianezza
    invitano:
    Giovedì 28 Marzo 2019
    Ore 21,00
     
    Biblioteca Comunale
    Pianezza (TO)
    Via Matteotti,3
     
    "Prevenzione  Tumori"
    a cura del Prof.
    Alessandro Comandone
     
    Leggi tutto...

Ma è vero che?

Salviamo i Farmaci