Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito potrebbe utilizzare cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati. 
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Get Adobe Flash player

E Ora cosa Mangio? Consigli Alimentari

Ora puoi scaricare da Qui Consigli e Ricette

2012 Torino - Conferenza su Albert Schweitzer

Presidio Ospedaliero Gradenigo
Corso Regina Margherita,10
Torino

Mercoledì 10 Maggio 2012
Sala Rossa - Ore 18
 
Conferenza (con slides)
 
Albert Schweitzer
 IL MEDICO DEGLI ULTIMI
 Lambaréné (1913-1965)
 

Un’intera esistenza dedicata ai più bisognosi e “diseredati” della Terra, esercitando la medicina e la chirurgia tra mille difficoltà. Non un genio ma un pioniere nel trattamento delle malattie della popolazione africana.
È dovere di tutti noi ricordarlo, onorando nel contempo la memoria della figlia Rhena, scomparsa nel febbraio 2009, a 90 anni, come suo padre.


A Cura di
Ernesto Bodini 
(Giornalista e Biografo - Membro del GITR-GPS)
 

Cerca nel Sito

Cosa abbiamo fatto nel 2017

2017LocFatto.jpg

100 Domande 100 Risposte

Notizie Flash

  •  
    TUMORI RARI,
    GRIDO DI ALLARME
     
    Nel Rapporto 2015
    di AIRTUM-AIOM
    cifre preoccupanti.
    Nel 2015 registrati
    89.000 nuovi casi,
    900.000 i pazienti in Italia.
    Difficoltà di diagnosi e cure,
    le strade da seguire.
     
    Leggi tutto...  
  •  
    NELLA CIVILTÀ
    DEGLI SPRECHI
    SALVIAMO ALMENO 
     
    I FARMACI
     
    CHE NON SONO
    ANCORA SCADUTI
     
    Si dice, con ragione, che la nostra sia la civiltà degli sprechi. Purtroppo, tra i tanti si devono annotare i farmaci.
     
    Leggi tutto...  
  •  
    A Torino il
    II° Simposio Nazionale 
    sulla
    Sclerosi Laterale
    Amiotrofica - SLA
     
    Promettenti sviluppi
    nell’ambito della ricerca
    per il trattamento della SLA,
    grazie all’impegno
    di affermati ricercatori
    italiani e stranieri e
    ai volontari AISLA e AriSLA.
     

Salviamo i Farmaci