Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito potrebbe utilizzare cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati. 
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Get Adobe Flash player

2014 Torino - Intervista al Dott. Oscar Bertetto

Intervista al Dott. Oscar Bertetto
Direttore della Rete Oncologica
Piemonte e Valle d’Aosta
Intervista di Ernesto Bodini (Giornalista scientifico - Membro del GITR-GPS)
 
Pragmatismo, sinergia ed efficienza organizzativa sono le caratteritstiche
per rafforzare e migliorare il dialogo tra operatori, istituzioni e volontari
 
Dott. Bertetto,
qual è la situazione attuale della Rete Oncologica del Piemonte e Valle d’Aosta?
 
“Abbiamo realizzato diversi fatti positivi soprattutto sul modello organizzativo. La Rete è un Dipartimemto funzionale interaziendale con più possibilità di intervento, e quindi di interagire sia cone le Direzioni Generali che con le Direzioni Sanitarie. I documenti che la Rete ha finora prodotto si sono trasformati in Delibere Regionali con le caratteristiche che devono avere i Centri di riferimento per tutte le patologie tumorali, che peraltro devono avere al loro attivo un determinato volume di attività”
 
 

2017 - Eventi Annuali Gruppo GITR-GPS

2015 Chi Siamo Gruppo GITR-GPS

Cerca nel Sito

Cosa abbiamo fatto nel 2017

100 Domande 100 Risposte

Notizie Flash

  •   
    100 DOMANDE
            100 RISPOSTE
     
    I SEGRETI DELLA
    CHEMIO-TERAPIA
     
    SVELATI
    IN UN LIBRO
    DELL’AIOM
     
    Leggi tutto...  
  •  
    OPEN DAY
    GIST
     
    Incontri dedicati
    ai pazienti con GIST
    e ai loro familiari ed amici 
     
    Sabato 27 Gennaio
    Accademia di Medicina
    di Torino
    Via Po,18 - Torino
    Ore 9.00
     
    Leggi tutto...  
  •  
    TUMORI RARI,
    GRIDO DI ALLARME
     
    Nel Rapporto 2015
    di AIRTUM-AIOM
    cifre preoccupanti.
    Nel 2015 registrati
    89.000 nuovi casi,
    900.000 i pazienti in Italia.
    Difficoltà di diagnosi e cure,
    le strade da seguire.
     
    Leggi tutto...

Salviamo i Farmaci