Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito potrebbe utilizzare cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati. 
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Get Adobe Flash player

Tumori Rari: 10 Domande e 10 Risposte per Tutti

2017 - Chemioterapia: 100 Domande-100 Risposte

2015 - Terapie Antiangiogeniche in Oncologia

Terapie Antiangiogeniche in Oncologia
 
 
Di Alessandro Comandone

Gli studi esorditi negli anni 70 del secolo scorso sull’importanza della neoangiogenesi nello sviluppo tumorale, hanno condotto nel corso dell’ultimo decennio all’identificazione di sostanze farmacologiche in parte naturali e in gran parte di sintesi che interferiscono con il processo di formazione dei vasi nei tessuti tumorali.

Il farmaco di sintesi più antico dotato di involontaria attività antiangiogenica è la tristemente famosa talidomide.
 
Sintetizzata alla fine degli anni 50 come tranquillante e prescritto anche a donne in gravidanza perché ritenuto innocuo, determinò un vero disastro farmacologico causando aborti spontanei e malformazioni nel feto (focomelia) in una vera epidemia che interessò soprattutto i Paesi del Nord Europa.
 
Solo cinquant’anni dopo le proprietà teratogeniche della molecola vennero comprese appieno, e talidomide fu riconosciuto come potente antiangiogenico che ha trovato una sua applicazione terapeutica soprattutto in Ematologia, nella cura del Mieloma Multiplo.
 
Al contrario dal 2000 ad oggi sono stati razionalmente scoperte e sintetizzate molte molecole attive sui processi di angiogenesi.
 
 

2017 - Eventi Annuali Gruppo GITR-GPS

2015 Chi Siamo Gruppo GITR-GPS

Cerca nel Sito

Cosa abbiamo fatto nel 2017

100 Domande 100 Risposte

Notizie Flash

  •  
    A Torino il
    II° Simposio Nazionale 
    sulla
    Sclerosi Laterale
    Amiotrofica - SLA
     
    Promettenti sviluppi
    nell’ambito della ricerca
    per il trattamento della SLA,
    grazie all’impegno
    di affermati ricercatori
    italiani e stranieri e
    ai volontari AISLA e AriSLA.
     
  •  
    TUMORI RARI,
    GRIDO DI ALLARME
     
    Nel Rapporto 2015
    di AIRTUM-AIOM
    cifre preoccupanti.
    Nel 2015 registrati
    89.000 nuovi casi,
    900.000 i pazienti in Italia.
    Difficoltà di diagnosi e cure,
    le strade da seguire.
     
    Leggi tutto...  
  •  
    Opuscolo Informativo
    su una complicanza da bifosfonati
     
    OSTEONECROSI
    DELLE OSSA MASCELLARI
    DA FARMACI
     
    A cura di
    Olga Di Fede e Giuseppina Campisi
     

Salviamo i Farmaci